10 dischi belli del decennio 2010-2019(ma il decennio è finito?)

Ho di recente letto un articolo che riportava uno speciale calcolo matematico, per cui un decennio inizierebbe con l’anno con l’ “1” (ergo, gli anni 80 sono iniziati nel 1981 e io, quindi, nata nel 1980 e non Millennial, sono ancora figlia dei ’70, il che mi rende felice; il 1990 sarebbe ancora anni 80 e in effetti è stato così, per tantissimi motivi). Quindi, il decennio 2010 non sarebbe, dunque finito.

E allora perché sto per indicare 10 dischi del decennio 2010-2019, se il decennio non è ancora finito? Semplice: per non creare equivoci e, visto che mi trovo, ne parlo. Sono i 10 dischi più belli in assoluto? No, sono 10 dischi che consiglio, lasciandomi trasportare anche dall’emozione, essendo quelli che ho ascoltato davvero di più, quasi in loop. Sceglierli non è stato semplice, perché ne ho ascoltati parecchi. Sono in ordine cronologico ed emergono alcuni dati: i dischi sono tutti indie e la maggior parte del 2011. Ma presto vi spiegherò il perché.

  1. Foster The People: Torches (2011)
  2. Washed out: Within and Wihout(2011)
  3. Gotye: Making Mirrors (2011)
  4. M83: Hurry up, we’re dreaming (2011)
  5. Metronomy: The English Riviera
  6. Colapesce: Un meraviglioso declino (2012)
  7. Tamaryn: Tender New Signs (2012)
  8. Tame Impala: Currents (2015)
  9. Cigarettes After Sex: Cigarettes After Sex (2017)
  10. Giorgio Poi: Fa niente(2017)

E voi avete i vostri dischi del decennio 2010-2019?

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...