Vivere ai tempi del Covid-19 come nella Germania Est pre-caduta del Muro

Photo by Anna Shvets on Pexels.com

La Natura mi ha dotata di una testa che si sovraccarica eccessivamente di pensieri e, talvolta, di paranoie. Pensare troppo non è bello, assolutamente. Non posso, perciò, definirmi una persona serena al 100%, perché penso troppo: è così non dico fin dalla mia nascita, ma quasi. In tutto questo turbinio di pensieri che mi si affastellano nella mente, c’è anche un lato positivo: quello di avere una fervida fantasia. Ciò mi è utile anche in momenti difficili, come quello che vede come orrido protagonista il maledetto virus Covid-19.

Ebbene sì, per affrontare al meglio questo periodo davvero distopico(ma non è distopia, è realtà) ho deciso di affidarmi a un non-tempo, per meglio affrontare il presente: immaginare di vivere nella Germania Est, quando si chiamava Repubblica Democratica Tedesca, per tutti RDT o DDR (alla tedesca). Ai tempi e in quella parte di Germania c’era il regime comunista, che illudeva i cittadini di vivere nel migliore modo possibile, mentre si sognava di andare per lo meno a Berlino Ovest, dove c’era la libertà. La loro esistenza era condizionata da un enorme Grande Fratello orwelliano, che era il regime. Credevano di essere liberi, ma non lo erano e, chi ne era più consapevole, sognava di andare via e cambiare vita.

Ecco che quindi, la “distopia reale” la vivo in questo modo: chiusa in casa e, credendo di vivere serenamente in un regime, esco a fare la spesa quando è necessario e mi metto in coda, a distanza debita da tutti, per comprare solo l’indispensabile, come facevano i cittadini della DDR (però senza distanze, loro). Il Carrefour o il Conad diventano come un kaufhalle, ossia quelli che a Ovest venivano, invece, chiamati Supermarket e abbiamo capito che cosa siano. In coda con il carrello della spesa e il mio carrellino, aspettando di poter finalmente entrare, solo che nella DDR la spesa non c’era sempre per tutti, mentre noi oggi possiamo trovare tutto. Invece no, perché la pasta sfoglia, il lievito, la farina e l’alcool non si trovano più. No, quelli non sono beni essenziali. E chi lo stabilisce? Ogni cosa è essenziale secondo i parametri di ognuno di noi. Per nulla affatto: in tempi di emergenza, non siamo noi a stabilire cosa sia essenziale o meno. E allora ecco che mi sento di nuovo nella DDR.

Non c’è la STASI che spia i miei movimenti, ma forse i vigili urbani(che fanno bene, per carità) e i novelli sceriffi da appartamento, che si affacciano alla finestra(che non fanno bene, invece), magari pronti a dire: “Ma dove sta andando quella? Non ha il cane a cui far fare pipì. Il carrellino per la spesa…sicuro che sia per la spesa? Magari è una rom che rovista nei cassonetti. Ha la mascherina omologata? Perché ogni tanto se la tira giù?”. Perché ho quella chirurgica e, lontano da tutti, ogni tanto sono costretta ad abbassarmela, perché mi toglie il respiro e mi fa appannare gli occhiali. Ma forse è meglio la STASI, dato che, al momento, non sogno di fuggire o di trasgredire, anche se, al di là di un muro invisibile di 300 km, abita la mia famiglia, che non vedo l’ora di vedere.

Abito in un’immaginaria Germania Est, perché per tanto tempo dovrò portare gli stessi abiti e non comprarne nuovi, perché i negozi di abbigliamento non rientrano nella categoria dei bene di prima necessità, così come i parrucchieri, mentre i miei capelli diventano ordinari e il grigio sta per riprendersi il mio finto castano, che richiama quello vero di alcuni anni fa.

Immagino di vivere nella DDR perché so com’è andata a finire: Muro caduto e regime finito. Io c’ero e, qui in Occidente, abbiamo vissuto in tanti quel momento storico, con curiosità. E un giorno riprenderemo in mano la nostra vita, come quelli che strombazzavano con le Trabant verso la libertà.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...